3

Nel romanzo Il sarto della stradalunga, di Giuseppe Bonaviri, ho letto:

La strada era lunga e io avevo voglia di piangere e ritornare a casa, ma le lavandaie camminando dritte coi fardelli sulle teste polverose, mi gridavano: «Spicciati, basilisca! Non dormire, altrimenti faremo tardi».

Potreste spiegarmi cosa significa "basilisca" in questo brano? Nessuna delle accezioni di "basilisco" che ho trovato nei dizionari fa riferimento a un modo di chiamare una persona, eccetto quella di "abitante, nativo della Basilicata", ma in questo caso si tratta di una ragazza siciliana.

2
  • Ho trovato che il basilisco nelle Madonie (monti della Sicilia) è una pianta. Suppongo che il significato voglia essere quello di muoversi e non stare fermo come una pianta. Ma è, ripeto, una mia supposizione.
    – abarisone
    May 31 '18 at 8:35
  • 2
    Il basilisco mitologico aveva un sguardo letale: forse qui è ironico, come a dire a una persona mezza addormentata che ha occhi sfolgoranti. Per curiosità, fra i ragazzi di via Panisperna, Fermi era detto il “Papa”, Franco Rasetti il “Cardinale” ed Emilio Segrè appunto il “Basilisco”, per il suo carattere pungente e ironico.
    – DaG
    May 31 '18 at 8:41

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Browse other questions tagged or ask your own question.