2

Nel romanzo Il sarto della stradalunga, di Giuseppe Bonaviri, ho letto:

      Mi sentivo contenta anch'io e mi pareva di vedere la piazza grande, lucida dell'ultima pioggia caduta, con tutte quelle persone che parlavano e si schiarivano. Ma noi donne non possiamo uscire tranne quando è la festa e tutto il paese è fuori a vedere i santi per le strade e i palloni di cartavelina che si colorano e si perdono, come macchie rosse, fra le nuvole.

Sapreste spiegarmi cosa significa "schiarirsi" in questo brano? Ho cercato il verbo "schiarire" in parecchi dizionari, ma non sono riuscita a trovare niente che abbia senso in questo contesto.

3

Penso che l'accezione di schiarirsi adatta al contesto da te citato sia quella figurata che significa rasserenarsi:

In usi fig.: a quella notizia, vidi la sua fronte, o il suo sguardo, schiarirsi, rasserenarsi;

Dal dizionario dei sinonimi e contrari Treccani per schiarirsi:

b. (fig.) [di volto e sim., ritornare sereno: a quella notizia, vidi il suo sguardo s.] ≈ rallegrarsi, rasserenarsi, rischiararsi.

| improve this answer | |
  • Mi sembra di capire dal dizionario, che questo verbo con questo significato si usi per il volto, lo sguardo, ecc. Si può anche usare per una persona? – Charo Jun 4 '18 at 13:01
  • Direi di sì, può anche riguardare lo stato d'animo di una persona – abarisone Jun 4 '18 at 13:08
  • 1
    Il volto è di frequente, nel linguaggio letterario italiano, sinonimo (in un certo senso) dello stato d'animo. Si vede fuori qualcosa che accade dentro. – Benedetta Jun 4 '18 at 18:15

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.