2

Nel romanzo Il sorriso dell'ignoto marinaio, di Vincenzo Consolo, ho letto:

      Il Bajona, forse perché scapolo e in più napolitano, teneva passione solo per le fardelle. Crucilla Francavilla Marchiafava Giudecca e tutto il Vascio erano i suoi quartieri. Andava a 'na cert'ora, pancia in avanti e baffi impomatati, la busta bianca in una mano, bussava alla porta col marito a riposo dentro la Vicarìa o pure a Favignana. «Chi è?», «Songo Bajona, 'a ligge, aprite! Tengo notizie do marito vosto». Tric e trac ed era dentro.

Potreste spiegarmi cosa significa "fardella"? Non ho trovato questo vocabolo in nessun dizionario. Si tratta di un termine di origine siciliana?

2
  • Dal contesto, sembra che si intenda con questa parola (che non conosco) le donne i cui mariti sono in prigione. – Benedetta Jun 11 '18 at 9:33
  • 2
    Penso si tratti dell'italianizzazione del vocabolo siciliano "fadedda" che, secondo questo Supplemento ai vocabolari siciliani di Gerhard Rohlfs ha il significato di "gonnella" o "sottana" (l'equivalente catalano sarebbe "faldilla", che significa "gonna"). In questo brano, la passione del Bajona per le "fardelle" avrebbe il senso figurato di un interesse sessuale per le donne. – Charo Jun 11 '18 at 13:05
1

Secondo l'articolo Plurilinguismo in Il sorriso dell'ignoto marinaio di Vincenzo Consolo, di Nicolò Messina, si tratta di un napoletanismo con il significato di "gonnella":

      Nel cap. II (29-31) si fa avanti lo sbirro Bajona, che intride già di napoletanismi la stessa digressione che gli fa da piedistallo, nella forma sia dell'indiretto libero: (29) teneva passione per le fardelle (con lo scambio tenere/avere e fardelle <gonnelle> < farda <gonna>, cfr. sp. falda) [...]

In questo brano, la passione del Bajona per le "fardelle" avrebbe il senso figurato di un interesse sessuale per le donne.

3
  • Veramente, cambiando la "r" con la "l" (fenomeno frequente), trovo che "fardella" assomiglia molto al catalano "faldilla", che significa "gonna". E, se il significato del vocabolo è simile a quello di "faldilla", il senso della frase diventa chiarissimo perché in catalano abbiamo espressioni analoghe con "faldilles". – Charo Jun 12 '18 at 8:22
  • È possibile che il siciliano abbia forti influenze dallo spagnolo, a causa della dominazione borbonica, non so se lo spagnolo abbia una parola simile a faldilla – Denis Nardin Jun 12 '18 at 19:18
  • @DenisNardin: Secondo l'autore dell'articolo che ho citato, si tratta di un napoletanismo e non di un sicilianismo. In spagnolo esiste il termine "falda", che significa "gonna". – Charo Jun 12 '18 at 19:38

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.