3

La lessi una volta e mi dissero che fosse un opinione di scarsa rilevanza basata su un analisi cinofallica ma ostentata con vigore, tuttavia, cercando su vari dizionari non l'ho mai trovata. Ma esiste realmente?

9
  • 2
    Benvenuto su ItalianSE!!
    – abarisone
    Jun 20 '18 at 14:05
  • 1
    Il riferimento proviene da Il calidrino
    – abarisone
    Jun 20 '18 at 14:07
  • 1
    mentuladossìa s.f.. Opinione di scarsa rilevanza derivante da un'analisi dei fatti sommaria ma condotta e strenuamente movimentata con il rigore volgarmente tipico del membro maschile. [Comp. di lat. mentula «fallo» e –dossia, dal gr. dóxa «opinione»].
    – abarisone
    Jun 20 '18 at 14:10
  • Il Calidrino è un piccolo dizionario anomalo di neologismi creati per descrivere cose che esistono ma non hanno un nome e cose che hanno un nome ma non esistono. Qui viene descritto che cosa è il Calidrino: Come in un normale dizionario, ogni voce del Calidrino è definita nel suo significato fondamentale, è corredata da una breve spiegazione etimologica e seguita, laddove richiesto, da immagini, approfondimenti, commenti o esempi d’uso.
    – abarisone
    Jun 20 '18 at 14:17
  • 1
    @abarisone: Il problema è: cosa significa affermare che una parola "esiste"? Se si usa nel sito web che hai citato, io direi che esiste (nel senso che è stata creata dalla mente di qualcuno). Se poi è usata o meno da altre persone, è un'altra cosa.
    – Charo
    Jun 20 '18 at 14:32
4

Il riferimento proviene proviene da Il calidrino.

mentuladossìa s.f.. Opinione di scarsa rilevanza derivante da un'analisi dei fatti sommaria ma condotta e strenuamente movimentata con il rigore volgarmente tipico del membro maschile.
[Comp. di lat. mentula «fallo» e –dossia, dal gr. dóxa «opinione»].

Il Calidrino è un piccolo dizionario anomalo di neologismi creati per descrivere cose che esistono ma non hanno un nome e cose che hanno un nome ma non esistono.

Come in un normale dizionario, ogni voce del Calidrino è definita nel suo significato fondamentale, è corredata da una breve spiegazione etimologica e seguita, laddove richiesto, da immagini, approfondimenti, commenti o esempi d’uso

Su Treccani non è presente nella lista dei neologismi quindi direi di no, almeno ufficialmente.

Considerando la giusta osservazione di @Charo riguardante i criteri per stabilire se una parola esiste (e viene quindi riportata dai vocabolari) oppure no, riporto di seguito la risposta dell'Accademia della Crusca nel caso della famosa parola petaloso:

La tua parola è bella e chiara, ma sai come fa una parola a entrare nel vocabolario? Una parola nuova non entra nel vocabolario quando qualcuno la inventa, anche se è una parola “bella” e utile. Perché entri in un vocabolario, infatti, bisogna che la parola nuova non sia conosciuta e usata solo da chi l’ha inventata, ma che la usino tante persone e che tante persone la capiscano. Se riuscirai a diffondere la tua parola fra tante persone e tante persone in Italia cominceranno a dire e a scrivere “Com’è petaloso questo fiore!” o, come suggerisci tu, “le margherite sono fiori petalosi, mentre i papaveri non sono molto petalosi”, ecco, allora petaloso sarà diventata una parola dell’italiano, perché gli italiani la conoscono e la usano. A quel punto chi compila i dizionari inserirà la nuova parola fra le altre e ne spiegherà il significato. È così che funziona: non sono gli studiosi, quelli che fanno i vocabolari, a decidere quali parole nuove sono belle o brutte, utili o inutili. Quando una parola nuova è sulla bocca di tutti (o di tanti), allora lo studioso capisce che quella parola è diventata una parola come le altre e la mette nel vocabolario.

3
  • Che cos'è il Calidrino? Cioè, è un testo classico, è un blog di qualcuno...?
    – DaG
    Jun 20 '18 at 16:51
  • Sembra sia un blog di neologismi semiseri, dove si può anche acquistare una sorta di vocabolario cartaceo.
    – abarisone
    Jun 20 '18 at 17:41
  • 1
    Occorrerebbe però aggiungere che la parola è morfologicamente difettosa. Si tratta di un composto ibrido latino-greco (il composto solo greco sarebbe fallodossía, cfr. fallocrazia); ma quando il secondo elemento è greco, il primo, che funge da prefissoide, subisce la cancellazione della vocale finale, che viene poi sostituita da -o- (nei composti con secondo elemento latino, invece, la vocale sostitutiva è -i-, es. divertimentificio). Pertanto, la forma corretta è mentulodossia. Jul 6 '18 at 14:14

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.