In Una questione privata, romanzo di Beppe Fenoglio ambientato durante la guerra partigiana, ho letto questo dialogo:

      – Vado da Hombre, – rispose Milton.
      – Vai dai rossi?
      – Visto che noi azzurri non abbiamo prigionieri.
      – Ma quelli, ammesso che l’abbiano, non te lo daranno mai.
      – Me lo farò... imprestare.
      – Non te lo presteranno nemmeno. Con la ruggine che c’è, con la testa che gli montano i commissari, con la bile che hanno in corpo per via dei lanci che noi riceviamo e loro no...

La mia domanda è sul significato di questi "lanci" che appaiono in questo passaggio. Immagino si tratti di qualche tipo di armamento. Ho cercato alla voce "lancio" di alcuni dizionari, ma il senso non mi è del tutto chiaro. Si tratta di esplosivi (accezione 1. d del vocabolario Treccani)?

  • 4
    Mi viene da pansare a "lanci" col paracadute, ossia come se loro ricevessero (cibo, armi etc.) tramite lanci di paracaduti...just a wild guess. – Gio Aug 3 at 7:49
up vote 8 down vote accepted

I lanci sono sicuramente i "lanci di rifornimenti" (quindi sia armi che munizioni che cibo) che una parte riceve e l'altra no (e quindi è scontenta).

I rifornimenti venivano paracadutati per via aerea, da qui il termine "lancio" (perché venivano lanciati da aerei).

enter image description here

Your Answer

 

By clicking "Post Your Answer", you acknowledge that you have read our updated terms of service, privacy policy and cookie policy, and that your continued use of the website is subject to these policies.

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.