2

Nel racconto I ventitré giorni della città di Alba, di Beppe Fenoglio, ho letto:

      In quel medesimo giorno, a Dogliani ch’è un grosso paese a venti chilometri da Alba, c’era la fiera autunnale e in piazza ci sarà stato un migliaio di partigiani che sparavano nei tirasegni, taroccavano le ragazze, bevevano le bibite e riuscivano con molta facilità a non sentire il fragore della battaglia di Alba.

Sapreste spiegarmi qual è il significato di "taroccare" in questa frase? Ho cercato questo verbo in parecchi dizionari, ma non ho trovato nessuna accezione che abbia senso in questo contesto.

6

Taroccare in questo contesto mi sembra voglia dire fare la corte, corteggiare , “tacchinare”.

Nell’articolo Voce del verbo “taroccare”, spiegato dall’Accademia della Crusca si può trovare la seguente spiegazione.

In principio significava “praticare il gioco dei tarocchi”, o anche “corteggiare una donna”. Poi ha assunto il significato che gli diamo oggi

e più avanti si può leggere:

il terzo significato è segnalato come regionalismo, 'corteggiare una donna', dal piemontese tarôché 'amoreggiare';

| improve this answer | |
  • 1
    Giusto! E sottolineerei che in quella pagina della Crusca spiegano che il senso di “corteggiare” viene proprio da un uso piemontese, come è Fenoglio. – DaG Sep 15 '18 at 10:46

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.