20

There is not a specific time limit at which one or the other tense kicks in: the distinction is rather given by whether the action you are describing, and all its effects, are concluded, in which case you use passato remoto (for instance, “Giovanni Boccaccio visse nel XIV secolo”); or it happening or beginning in the past, but its effect being still with us, ...


12

There are other similar forms: mangiare: ho mangiato una mela as opposed to mi sono mangiato una mela perdere: che cosa ho perso? as opposed to che cosa mi sono perso? Note that perdersi has also a reflexive meaning, like in mi sono perso nel bosco (I got lost in the wood). A translation of che mi sono perso? would be “What did I miss?”, there's no ...


9

One of the reasons for this, among others, is the merging of 2nd (-ēre) and 3rd (-ĕre) Latin conjugations into the 2nd Italian conjugation. As you may know, 2nd Latin conjugation has the long "e", while 3rd has the short "e". You can still notice this in Italian when you compare "crédere" (notice the accent) and "tenére". Notice how "credere" is a 3rd ...


9

We prefer the use of imperfetto because it describes an event that has lasted for a while, like could be the wheather. You can use passato prossimo describing something that has ended, like rain or snow for example: - Ieri ha piovuto. - Ieri ha nevicato. "Ieri ha fatto bel tempo" sounds a bit weird.


8

A fantastic question. I reserve to edit and further add details to this answer as soon as I get some. There are many texts that acknowledge the differences in the usage of the past that you mentioned, but none of them digs into the reasons why this difference exists. At the moment, I have found this reference, which links the differences in the usage of ...


7

Direi che sia un uso molto simile a quello che Serianni, nel suo Italiano (XI, 374), chiama “imperfetto di modestia” o “d'intenzione”, spiegando: Non indica un'azione di tempo passato, ma si adopera per esprimere «un desiderio con un tono garbato di apparente rinuncia: ‘volevo la tal cosa’, ‘cercavo di te’, ‘venivo per parlarti’ invece che ‘voglio, cerco, ...


7

Isn't the easiest thing, for a native English speaker, to just look at how English is used? English has basically the same tenses: passato prossimo = present perfect (e.g. I've been to the cinema) passato remoto = past (e.g. I went to the cinema) In English, you can say "I saw him a minute ago", i.e. use the past tense for something relatively recent. ...


6

The passato remoto tense and the passato prossimo tenses have always existed in Italian, to mark the difference, respectively, between an past action performed in the "far past" and in the "near" past. Far and near have here a relative meaning, one year ago is far past in a sentence which compares to today, as in Oggi torno a Milano per un evento, ci ...


6

Il verbo dirimere viene dal latino ĕmĕre con il prefisso dis. Secondo il dizionario Lewis-Short la coniugazione è ĕmo, ēmi, emptum, ĕmĕre, il cui significato è “prendere” (lo stesso di accipere). Una parola come promptus ha, in italiano, l'esito pronto. Quindi forse “dirento” potrebbe essere un participio passato accettabile, ammesso che sia usato; i ...


5

From this article by Columbia University about the imperfetto you can read: L’IMPERFETTO Come il passato prossimo, l’imperfetto esprime azioni o eventi accaduti NEL PASSATO. Tuttavia l’imperfetto coglie aspetti diversi: I. Aspetto abituale. Il verbo all’imperfetto esprime UN’AZIONE O UN EVENTO CHE SI RIPETEVANO abitualmente nel passato: ...


5

"Mi sono dimenticato" is not a special form of past, it's the regular past of the pronominal verb "dimenticarsi"; "dimenticare" (transitive) and "dimenticarsi" (intransitive, with "di" preposition) have usually similar meaning, but with some differences of usage. Accanto alla forma attiva, è frequente la coniug. pronominale dimenticarsi, che si costruisce ...


5

L’espressione del passato, nel caso in esame, è affidata soltanto al verbo servile. Perciò l’unica frase corretta è «Sarei potuta arrivare prima». La frase «*Sarei potuta essere arrivata prima» è agrammaticale. Quanto all’ausiliare, se è vero che la norma prevede che il verbo servile (potere, dovere, volere) prenda l’ausiliare del verbo retto, per cui si ...


5

Yes, you can, and the weather is no special case as far as verb tenses are concerned. The choice between imperfetto, passato remoto and passato prossimo is made according to the usual grammar rules. Piovve così tanto che i fiumi esondarono. Pioveva quando ci siamo baciati la prima volta. La sposa è preoccupatissima perché ha piovuto ininterrottamente per ...


4

They are both correct, and they are both used in common speaking. The main difference between these two forms is that with ho dimenticato you emphasize the object (what I forgot), instead mi sono dimenticato puts the emphasis on the subject (me). So, for example, you will say "Scusa mi sono dimenticato dell'appuntamento" because you want to highlight that ...


4

Passato remoto o prossimo nella principale è una scelta stilistica; a parte l'uso regionale, l'interpretazione fu colloca in un tempo completamente trascorso, mentre l'interpretazione è stata può suggerire al lettore che il recensore ha ancora ben presente quell'interpretazione. Il tempo verbale riguardante Elisa dev'essere l'imperfetto. Esempio analogo: ...


4

According to this article by Accademia della Crusca both possibilities (that is, agreement and not agreement of past participle with the personal pronoun) are correct: 2) accordo del participio d'un verbo composto con avere con l'oggetto anteposto, costituito da un pronome personale o relativo ("ci ha ingannato" - "ci ha ingannati", "la casa che ho ...


4

It all depends on the context and, in your examples, on what follows. For instance, as regards Ms Melegatti: if that's the end of the conversation (implying that she is still addolcita), the passato prossimo is the only possible tense to be used. You'd use the trapassato prossimo if something like this followed: – La maternità l'aveva addolcita, ma poi l'...


4

You impression is wrong, sorry. In (modern) Italian, the participle in a verbal form constructed with the auxiliary essere agrees with the subject. Renzo si è lavato le mani e si è messo la mascherina, poi è entrato nel negozio. Lucia si è lavata le mani e si è messa la mascherina, poi è entrata nel negozio. You could find in old books agreement with the ...


3

Come consigliato in altre risposte, l'errore non sta nella scelta del passato remoto o del passato prossimo, bensí nel non usare l'indicativo imperfetto per riferirsi alle scarse capacità di recitazione di Elisa. Uno spettacolo messo in scena tre settimane fa richiederebbe l'uso del passato remoto. L'evento, infatti, è concluso e non ha rapporti con il ...


3

"Sei andata dal dottore" means "you went to see the doctor" because "sei" is second person singular. The translation of the sentence should be "è andata dal dottore". The sentence "lei andava dal dottore" means "she was going to see the doctor."


3

Il trapassato remoto non è frequente ed è adatto a un registro – come si suol dire – sorvegliato, ma non lo considererei desueto o qualcosa del genere. È l'unica forma corretta (se in linguistica vogliamo parlare di “correttezza”) in frasi come le prime due riportate da Charo. Le alternative (“solo quando il treno partì mi ricordai” etc.) avrebbero un senso ...


3

I guess ebbi, ebbe, ebbero, whose -bb- comes directly from the b of Latin hab- root (like abbiamo, abbia etc.), have influenced the conjugation of conoscere, crescere and derived verbs (riconoscere, rincrescere and few others). Notice that there was a competition between crebbi and crescetti. The latter sounds really awkward although more regular; in the ...


2

Nella frase Mio padre, per primo, strinse amicizia con voi e l'ha protratta fino alla fine della vita il passato remoto strinse indica un'azione sentita come lontana nel tempo e che non ha nessuna relazione con il presente; invece il passato prossimo l'ha protratta indica che l'azione è avvenuta fino a un momento molto recente e in certo senso si sente ...


2

Si dice sto imparando e non "sono stato imparando" né "ero imparando". La traduzione può essere: Siccome non ho un lavoro, sto imparando a suonare il piano. Su Treccani nella sezione Enciclopedia dell'Italiano per presente puoi trovare: Dal punto di vista dell’➔aspetto, il presente neutralizza la distinzione che al passato viene codificata dall’...


1

According to Treccani Encyclopedia, agreement in gender and number of past participle with direct object is compulsory when the pronominal particle "ne" is used as a partitive with the function of direct object L’accordo del participio con l’oggetto è invece obbligatorio con ne usato come partitivo in funzione di oggetto and gives these examples: ...


1

Riguardo il come esprimere quello che penso sia il senso della frase originale in linguaggio comune: Peppa, giusto ieri, ha chiarito ogni dubbio al riguardo Per quanto riguarda il verbo in sé, dirimere difetta (in quanto appunto verbo difettivo) di alcune forme (che semplicemente non esistono) e non è usato comunemente, si preferisce il sinonimo risolvere.


Only top voted, non community-wiki answers of a minimum length are eligible