Hot answers tagged

8

Per quanto riguarda il carico di lavoro, forse la parole che stai cercando è "oberare". Il mio capo mi ha oberato di lavoro per il fine settimana. Tuttavia anche un molto simile "pressare" può essere usato in più circostanze. Mio padre mi sta pressando per dei risultati all'università. Un mio amico veniva costantemente pressato per ...


7

Let me quote from Carlo Lapucci, Dizionario dei modi di dire della lingua italiana, Garzanti-Vallardi, 1979, p. 13: Non avere né arte né parte Non conoscere un mestiere, non avere nessuna abilità e non avere né beni né appoggi. Il detto fa probabilmente riferimento alle arti (maggiori e minori), e alle corporazioni medievali delle quali uno faceva ...


6

"Via crucis" è un'espressione latina con la quale si indica il cammino che Cristo percorse con addosso la croce sulla quale venne poi crocefisso. Secondo la leggenda, Cristo subì torture e percosse durante il percorso, che si concluse con la crocefissione e dunque la morte. Letteralmente, indica le rappresentazioni che vengono tenute dai cattolici al giorno ...


6

Il senso è, come dici, simile a “dovere/aver dovuto [fare qualcosa]”, ma in realtà più a “basta/bastava [fare qualcosa]”. Ha in più il senso che quel qualcosa è anche molto semplice e che ci vuol poco per riuscire a farlo. “Non hai che da chiederlo”, per esempio, si contrappone a dover implorare, convincere qualcuno, fare vari tentativi etc.: no, basta ...


5

A Napoli (dove vivo) e più in generale nel sud Italia, l'espressione "via crucis" è utilizzata in quelle situazioni in cui si rende necessario seguire delle tappe obbligate (intesa principalmente come situazione non piacevole), un po' come avviene nella processione del rito cattolico, dove si compiono delle fermate in cui vengono recitate le preghiere in ...


5

Sfida interessante, per il momento ho trovato una attestazione di aprile 2015, che sicuramente non è la prima: http://www.diarioromano.it/i-graffiti-quelli-belli-al-quadraro/ Forse occorre andare ancora più indietro: 13 ottobre 2014 "I giocattoli quelli belli" https://www.youtube.com/watch?v=xcxR_xIttMI 15 ottobre 2013 "I seguiti Disney... quelli belli" ...


5

Utilizzare per favore all'inizio o alla fine di una frase è abbastanza indifferente, nel complesso la frase risulta corretta in entrambi i modi. C'è da dire che ponendolo all'inizio della frase, specie quando si parla con sconosciuti, dà alla stessa una connotazione di estrema cortesia verso l'interlocutore a cui, ad esempio, si sta chiedendo un'...


4

The literal meaning of the phrase fa l'indiana (more commonly in the masculine form, fa l'indiano) is “he/she does the Indian”, or “behaves like an Indian”, with the meaning of feigning not to understand what one is told, not to be interested, not to notice things, but being actually aware of everything; partially, something like “to turn a deaf ear”. Or, as ...


4

I don't think there is any profound meaning in such expression. "Vite noiose" means "boring lifes", the Italian expression "parco tematico" would translate as "theme park" and "parchi tematici" is its plural. "Monotematico" means "monothematic", so I suppose that with the expression "parchi monotematici" (which is not a common Italian expression at all, but ...


3

Anch'io la conosco solo per averla sentita da amici piemontesi, però (sulla base delle loro spiegazioni) posso provare a dirti qualcosa. Tutto questo purtroppo non ha altri riferimenti che non "mi hanno detto" (che, me ne rendo conto, non è l'ideale per questo sito). Per capire questa costruzione, pensa prima a Non ci sono più pagnotte / Non ce ne sono ...


3

The Italian expression c’è is exactly the same as the English there is and the French il y a, an impersonal verb meaning state. The apostrophe signals elision of ci, a pronominal particle that primarily means location, but is also used as the atonal version of noi; not in this case. In this case it is c’è stata, in the “passato prossimo” tense, ...


3

"Mi chiedo scusa ma..." is plainly wrong. It would be like saying, in English, "Forgive you, but I have to go". Now, between "Mi dispiace, ma...." and "Ti chiedo scusa, ma...": they are basically the same. In the everyday use I don't see much of a difference. Probably the second is a slightly more polite form, but it could be a matter of personal taste. In ...


3

Entrambe sembrano ugualmente corrette. La prima pare più formale, e dunque meno usata nella lingua parlata. In genere, la forma "in maniera + aggettivo" (complemento di modo direi) sembra più formale se usata al posto di un avverbio ("ordinatamente") o di altre formulazioni dello stesso complemento ("con ordine", come nel tuo caso). Una versione (che a me ...


2

È una forma idiomatica. Significa "completamente" o "da tutti i punti di vista". Tuttavia a volte assume delle sfumature più astratte. Sfortunatamente il tuo esempio è incompleto quindi non riesco a contestualizzarlo.


2

I am not sure I quite understand your two interpretations, but as an Italian native speaker, for what's worth, I don't see any ambiguity. The narrator describes those metaphorical lantern and darkness, and wonders whether at the end of one's life we will merge with that darkness (ci accoglierà ... quell’ombra) or we will join the Being (rimarremo ... alla ...


2

Ho letto il romanzo e adesso ho riletto alcuni passaggi per poter ricordare i dettagli. Ho sempre interpretato questa espressione come il dispetto (nel senso di sentimento di stizza, di contrarietà, di irritazione) che sente Mattia Pascal nelle veste di Adriano Meis per la situazione in cui Terenzio Papiano fa il tiranno e Adriana (la "povera cara ...


2

In the expression "vi è stata", "è stata" is "passato prossimo" tense of verb "essere" (i.e., "to be"). One has to use the feminine participle "stata" because the subject of the sentence is "una modifica", which is feminine. "Vi" is a more formal version of "ci" in the function of adverb and corresponds to English "there". That is, "vi è stata" is the same ...


2

I'd undoubtedly understand it as È andato a tagliarsi i capelli? If one would ask whether I did it myself, the question would be formed in a more marked way, such as Si è tagliato i capelli da solo? or Se li è tagliati lei, i capelli? (here, as in your examples, people are using the formal lei rather than the informal tu). As for why one should ask a ...


1

Anche un semplice "stressare" penso vada bene...


1

Well, I think that the very slight difference depends on the context and on the tone of the question. If you say Si è tagliato i capelli? with an interrogative tone it could mean È (già) andato a tagliarsi i capelli? so I'm asking if you had the hair cut because I'm not sure you did. In another situation with a slightly assertive tone you could ask Si è ...


1

Nel contesto bancario per effetto si intendono degli strumenti finanziari in uso nel sistema bancario e nel regolamento di rapporti di credito e debito tra banche, imprese, privati,etc. e di solito ci si riferisce a cambiali, assegni e le ricevute bancarie. Dal sito Treccani nella definizione di effetto: Con accezione più partic.: valido a tutti gli ...


1

avevo il gatto che saliva sui divani. è un espressione colloquiale per indicare che si è osservato il gatto salire sui divani. Non conosco il resto della frase, ma potrebbe anche indicare anche che questo comportamento interferiva in qualche modo con quello che la persona voleva fare, o comunque questa espressione può essere considerata una premessa o un ...


Only top voted, non community-wiki answers of a minimum length are eligible