Hot answers tagged

8

The futuro anteriore (in a first approximation) denotes an event that is going to happen earlier than another future one (for which the futuro (semplice) is used). The futuro anteriore is constructed with the future of an auxiliary verb (essere or avere) and the past participle of the verb we need. For instance: Quando tutto sarà finito, andremo in ...


6

Con diteggiare si intende "digitare caratteri sulla tastiera". L'uso è alquanto infrequente e nel linguaggio colloquiale non viene adoperato. Nella musica la "diteggiatura" corrisponde al modo in cui disponi le mani per suonare lo strumento (piano, chitarra...).


6

Il verbo è indire. Ah, i verbi irregolari! È un composto di dire, quindi indico (parola piana), indicevo, indissi, indica, indetto. Il participio passato di indettare è indettato. Ordinare o disporre che sia preparata, organizzata e iniziata con una certa solennità una manifestazione di pubblico interesse.


6

Capisco il senso della domanda, ma mi sembra che i grammatici italiani non interpretino questo tipo di infinito come una sorta di passivo. La questione riguarda più in generale le costruzioni con i verbi “causativi” fare e lasciare. Dice Italiano di Serianni: Il costrutto del tipo «far fare qualcosa a / da qualcuno» presenta una specie di cooperazione tra i ...


5

Simplifying the structure of your text, it could be rephrased this way: Oggi le donne rom sono doppiamente discriminate. E quelle che vivono nei campi sono discriminate il triplo. In the second sentence above there is a verb, sono discriminate, conjugated in the passive voice. As in this instance, Italian passive voice can be constructed with the verb ...


5

Stando anche al link postato da Charo nei commenti (https://www.treccani.it/enciclopedia/frasi-soggettive_(Enciclopedia-dell'Italiano)/), con particolare riferimento alla sezione "3. Modi del verbo", entrambe le versioni possono essere corrette, a seconda che si esprima una certezza o un'ipotesi: Esempio 1 Ti chiedo di fare qualcosa ma tu non ti ...


5

Converto in risposta un precedente commento. Entrambe le forme sono corrette: cambia solo la sfumatura che si vuole dare. Come viene spiegato qui con esempi più approfonditi e, soprattutto, maggiore autorevolezza, “l’opinione più corretta è che la scelta di indicativo e congiuntivo nelle frasi interrogative indirette (...) non obbedisca a una sola regola, ma ...


4

Essendomi spesso trovato dall'altra parte, cioè nel ruolo di docente a cui scrivono così, ecco l'impressione che faresti: sicuramente un testo così è meglio di uno sciatto o di qualcosa che sembra un messaggino su WhatsApp, ma la sensazione è che cerchi di gestire un registro linguistico che non ti è abituale e che non è affatto necessario in questa ...


4

Premetto di non essere un linguista, ma potrebbe derivare dal latino noli, imperativo seconda persona singolare del verbo nolo ("non volere"). In latino, noli richiede l'infinito alla seconda persona singolare, e viene usato per intimare di non fare qualcosa. Un esempio piuttosto famoso è "noli me tangere", che letteralmente significa &...


4

You impression is wrong, sorry. In (modern) Italian, the participle in a verbal form constructed with the auxiliary essere agrees with the subject. Renzo si è lavato le mani e si è messo la mascherina, poi è entrato nel negozio. Lucia si è lavata le mani e si è messa la mascherina, poi è entrata nel negozio. You could find in old books agreement with the ...


4

Si tratta di un costrutto condizionale in cui si vuole esprimere "se accade o accadesse una certa condizione, allora scrivimi". Sul portale Lingua e Scuola della casa editrice Zanichelli si può trovare una spiegazione al dubbio formulato dall'OP: Comunque incominciamo col ribadire che la costruzione corretta è: se + congiuntivo, condizionale: se ...


4

La prima e la terza delle espressioni che hai indicato hanno un significato diverso da quello che, credo, tu voglia dire: "Quanto ci mette a postare il video?" È una domanda che ci si fa quando qualcuno deve postare un video ed è in ritardo. Il senso di questa frase è: "Come mai ci mette così tanto a postare il video?" "Quanto ci ...


4

Actually, Treccani only gives svelgo as an alternative form for just the 1st person. DOP, as you say, gives as basic conjugation the one with svello (implying svelli, svelle etc.) while svelgo, svelgi is denoted “meno com.” (= “less usual”). So, both Treccani and DOP agree on svello, svelli as the main conjugation. Zingarelli too gives this as the main form, ...


3

The common respect form is “lei” for a single person and the verb in the third person singular. It used to be “loro” for more people and the verb in the third person plural, but in current Italian it's only used in very formal writing or when the speaker wants to emphasize their condition of inferiority. Something like “Che cosa desiderano?” can be heard ...


3

Riassunto: In lo penso si usa il verbo pensare transitivo e lo ha la funzione di complemento oggetto. In ci penso si usa il verbo pensare intransitivo e ci ha la funzione di complemento locativo ("indica il luogo, reale o metaforico, verso cui è rivolto il pensiero"). Pensare non regge un complemento di termine: per questa ragione i pronomi gli o ...


3

L'esempio calzante è quello di incassare un assegno (cashing a check in inglese americano). Piccola divagazione: la parola cassa in senso economico-bancario ha origine a Firenze ed è stata esportata in tutta Europa. Il senso figurato nel titolo giornalistico è “ottenere qualcosa” che può essere dovuto o meritato, ma anche non dovuto né meritato. Esempio (...


3

La costruzione “succederà x, non c'è y che tenga” significa che per quanto y sia abbondante forte disponibile e simili, l'evento x si verificherà comunque. Probabilmente l'espressione originale è “non c'è santi che tengano” o “non c'è santo che tenga”: nemmeno l'intervento di uno o più santi può evitare l'evento x. A “santo” si può sostituire più o meno ...


3

Prendendo la definizione del vocabolario Treccani il significato in questo caso è quello "matematico" di "essere in rapporto a": b. In matematica, stare a, essere in dato rapporto: 4 sta a 2 come 6 sta a 3, il rapporto di 4 a 2 è uguale al rapporto di 6 a 3, e così via. ovvero il significato è di effettuare un paragone (in questo caso ...


3

@Charo la tua interpretazione è corretta, e a mio avviso l'espressione è comune. Si usa appunto "passare" per chiedere come una persona ha trascorso un certo periodo di tempo; Prendo dalla definizione di "Passare" del Treccani, punto 10: Trascorrere il tempo o un determinato periodo di tempo in qualche luogo, impiegarlo in qualche ...


3

Effettivamente, come si spiega nel libro Nuovo Contatto C1. Corso di lingua e civiltà italiana per stranieri (Loescher Editore, Torino) di R. Bozzone Costa, M. Piantoni, E. Scaramelli e C. Ghezzi, la particella pronominale ci si trova come particella fissa in alcune espressioni idiomatiche quali       volerci/metterci = occorrere: Da qui a casa mia ci ...


2

Pomiciare è il significato che ha a Roma e dintorni, al nord paccare significa dare buca, non presentarsi, o anche fregare o raggirare in una compravendita tra privati ("gli ho dato i soldi ma mi ha paccato"). In questo caso però viene utilizzato impropriamente con il significato di "dando delle pacche"


2

Il senso è “essere solito”, come da dizionario. Nel particolare contesto è adoperato un modo ironico: un tempo le signore usavano avere le scalmane (tipico sintomo della menopausa), oggi non usano più. Il senso è che un tempo non se ne vergognavano, oggi sì.


2

Nel libro Storia linguistica d’Italia dall'Unità a oggi, di Tullio De Mauro, si trova che, nella lingua scritta, ci sono state oscillazioni tra le desinenze -o e -a per la prima persona dell'imperfetto indicativo fino ai primi decenni del Novecento: Il caso più cospicuo di rideterminazione è la sostituzione di -vo alla desinenza -va di 1ª persona dell'...


2

Sconfinare viene utilizzato in questo caso nel senso di uscire dai confini, dai limiti, ma in modo metaforico. La negligenza del personaggio era tale da uscire dai limiti entro cui poteva essere considerata negligenza vera e propria (quindi in qualche misura involontaria) e si trasformava in qualcos'altro: un vero e proprio stile di vita, perseguito con ...


2

In theory, these are not synonyms. “Iniziare” is a transitive verb; someone “inizia” something (or to do something), eg, il maestro inizia a spiegare (the teacher starts teaching) whereas cominciare is intransitive and the subject is not who begins something, but the thing that begins (la lezione comincia, the lesson begins). So - the teacher begins teaching ...


2

Probabilmente il senso di “incocciare” usato nel testo di La Capria è quello citato da Teccani.it al punto 3a: imbattersi in persona o cosa. (Uso familiare e regionale centro/sud) Il senso della frase sarebbe: “voglio vedere come se la cava col maltempo, se ci si imbatte in barca.”


2

A me di primo istinto verrebbe da dire che è un errore di stampa per strisciandovisi.


1

Non ne sono sicuro al 100%, ma la mia intuizione dice che in queste locuzioni il verbo è essere, non stare. Per esempio è perfettamente legittimo dire Sono a trovare un amico Mentre la frase *Sto a trovare un amico mi suona regionale, quando non proprio scorretta. Questo dovrebbe anche spiegare perché frasi come *Stetti a trovare un amico suonano molto ...


1

Secondo me possiamo applicare la definizione del Treccani: Part. pass. appéso anche come agg., attaccato, sospeso: quindi il debito "appeso" è da interpretarsi come "sospeso" in senso figurato, ovvero "in sospeso", non ancora saldato.


Only top voted, non community-wiki answers of a minimum length are eligible