1

Ci sono differenze di uso o diverse sfumature di significato tra "circa", nel senso di approssimativamente, e l'avverbio "quasi"? Ad esempio, posso dire

  • Dopo circa un'ora di attesa, ...
  • Dopo quasi un'ora di attesa, ...

ma non so se questi avverbi sono sempre interscambiabili.

4

È spesso conveniente guardare l'origine latina delle parole:

  • circa è, in latino, una forma alternativa di circum che, a sua volta è l'accusativo di circus, ciò che circonda qualcosa e, per estensione, le immediate vicinanze;

  • quasi è “come se”.

Se dico ho aspettato circa un'ora sto dando una misura approssimata del tempo di attesa, senza giudizi. Se dico ho aspettato quasi un'ora intendo che l'attesa è stata più lunga del previsto.

L'esempio non tragga in inganno, perché quasi può avere anche un'accezione positiva: ho quasi finito i compiti (cioè mi manca poco a finirli). Non vedo la possibilità di usare circa.

Si può dire quasi sempre/quasi tutti ma non circa sempre/circa tutti. Un uso come

L'aspetto del tuo nato, Iperione,
quivi sostenni, e vidi com'si move
circa e vicino a lui Maia e Dione.

nel Canto XXII del Paradiso è desueto.

4

Circa significa approssimativamente, mentre quasi significa non del tutto.

Quindi una quantità circa uguale ad un'altra può essere di poco minore, uguale, o di poco maggiore, mentre una quantità quasi uguale ad un'altra è solitamente di poco minore, anche se in alcuni rari casi, se l'avvicinamento avviene dalle quantità maggiori a quelle minori, può essere di poco maggiore.

Quindi, in questo caso:

  • Circa un'ora = un'ora precisa o un'ora più o meno un numero di minuti o secondi il cui massimo dipende dal contesto
  • Quasi un'ora = un'ora meno un numero di minuti o secondi il cui massimo dipende dal contesto

Your Answer

By clicking “Post Your Answer”, you agree to our terms of service, privacy policy and cookie policy

Not the answer you're looking for? Browse other questions tagged or ask your own question.